homepage | l'Opera Pia Cordellina | struttura | attività | pinacoteca
- introduzione
- storia
- biografia di Carlo Cordellina
- il volume "Carlo Cordellina: collezionista benefattore"
- lo statuto del 1914
- lo statuto attuale
- araldica

- consiglio di amministrazione
- revisore dei conti
- segretario
- collaboratori
- albo d'onore

- l' "Orario Cordellina"
- il Futuro che non c'è
- la Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo
- le iniziative culturali
- Borsa di studio [2003]
- Quadreria [2003]
- Maganza [2003]
- Katia Ricciarelli [2002]
- Quadreria [1997]
- Maganza [1997]

- Pinacoteca

- campus universitario
- indagine Fondazione Studi Universitari
L'Opera Pia Cordellina: introduzione
l'istituzione dell'Opera Pia Cordellina | Carlo Cordellina | il collegio ieri, oggi e domani | continuità di intenti


L'Opera Pia Cordellina viene istituita nel 1829 come Collegio-Convitto "Cordellina" a seguito del lascito testamentario di Nicolò Bissari, su disposizione di Lodovico Cordellina, figlio del giureconsulto Carlo Cordellina.
Nonostante le diverse amministrazioni che si sono seguite nella Storia, pur attraverso numerose difficoltà anche di carattere finanziario e gestionale, legate alla funzione "sociale" dell'Istituto, dopo quasi 180 anni di vita, l’attuale Amministrazione dell’Opera Pia Cordellina è quanto mai attiva e ricca di capacità propositiva, facendo proprie le istanze della comunità civile in continua evoluzione, attuando diverse ed importanti iniziative, a sostegno della formazione, dell'istruzione e dell'educazione dei giovani in età scolastica e delle loro famiglie.

L'istituzione dell'Opera Pia Cordellina
L'Opera Pia Cordellina viene istituita a seguito del lascito del 16 marzo 1829, di Lodovico Cordellina, figlio dell’avvocato veneziano Carlo Cordellina, attraverso il suo esecutore testamentario, Nicolò Bissari, che destina all'Istituto cittadino “Collegio - convitto” poi chiamato “Cordellina”, un notevole patrimonio, composto di terreni e beni immobili, distribuito non solo in provincia di Vicenza: fra i quali, il più significativo, è sicuramente la Villa Cordellina, poi Lombardi ed ora di proprietà dell’Amministrazione Provinciale di Vicenza, situata a Montecchio Maggiore, residenza di campagna della famiglia, ed il Palazzo Cordellina, residenza della stessa famiglia, in Contrà Riale a Vicenza, attuale sede della Biblioteca Civica Bertoliana.
L'attuale sede sociale ed operativa è sita tuttora a Vicenza in Via Durando, 84. 

                                                                                                                             (a sinistra) Villa Cordellina a  Montecchio Maggiore (VI); (a destra) Palazzo Cordellina, ora sede della Biblioteca Civica Bertoliana


Oltre ai beni immobiliari, il patrimonio comprendeva anche mobili ed opere d’arte di autori famosi ed internazionali, fra i quali i magnifici affreschi di Giambattista Tiepolo, presenti nella stessa Villa di Montecchio Maggiore; un patrimonio che rese una rendita cospicua, in grado di garantire la lunga esistenza all'Istituzione di Pubblica Assistenza e Beneficenza (IPAB) Cordellina e di cui Vicenza, ancora oggi, gode di importanti vantaggi per la comunità, soprattutto nel campo scolastico.

Carlo Cordellina
Carlo Cordellina (Venezia 1703, Vicenza 1794) è stata una figura emblematica nel suo tempo: giureconsulto della metà del '700, si trasferì da Venezia, sua città d'origine, a Vicenza, sua città d'adozione, dove svolse l'attività forense che gli procurò fama e ricchezza, privilegi entrambi guadagnati da un uomo sicuro di sé e consapevole, da illuminato conservatore qual’era, delle responsabilità imposte all'epoca al ceto cui apparteneva, la nobiltà.

Il collegio ieri, oggi e domani
Il collegio Cordellina, nonostante le grandi difficoltà economiche ed ambientali, sopravvisse, trasformandosi, fino ai nostri giorni, in un’IPAB, inserita dalla Regione Veneto in  classe B in considerazione della consistenza gestionale economico-finanziaria e per la tipologia della struttura organizzativa ed amministrativa.
L'origine di una così lunga e orgogliosa amministrazione, si può comprendere sostanzialmente per due motivi-guida. In primo luogo per la capacità di sapersi adattare ai repentini cambiamenti economico-sociali, specie negli ultimi anni, tanto che oggi l’Ente, che fin dal secondo dopo guerra, interveniva a favore di studenti in difficoltà sostenendoli con l'erogazione di borse di studio, proseguendo l'attività di amministrazione, come IPAB, di nomina comunale, operante secondo quanto espresso dal proprio Statuto, modificando notevolmente le proprie caratteristiche ed i propri obiettivi, sapendosi rinnovare in rapporto alle esigenze delle generazioni del nuovo millennio, con l'adeguamento agli scopi, gli strumenti ed i mezzi di intervento, pur mantenendo i propri principi ispiratori a favore dei giovani e della scuola.
Tale rinnovamento si può leggere meglio nell’incremento di quantità e di qualità degli interventi operati soprattutto dall'attuale Consiglio di Amministrazione e riguardanti principalmente:
Assistenza Scolastica
Borse di studio con interventi generali di assistenza scolastica a favore dei giovani meritevoli e bisognosi;
Orario Cordellina con prolungamento dell'apertura al pubblico del servizio di consulatazione e lettura, presso le sale della Biblioteca Civica Bertoliana, in orario serale fino alle 22.30, nonché alla domenica mattina dalle 8.30 fino alle ore 12.30;
- Il futuro che non c'èprogetto di interventi mirati, a favore di studenti in affido, segnalati dal Comune di Vicenza - Assessorato Interventi Sociali per la prosecuzione degli studi nelle scuole medie superiori ed universitarie;
- Progetto Villa Maria: programma triennale di interventi a sostegno dell'attività educativo-didattica per gli ospiti presso la struttura del Centro di Riabilitazione, convenzionato con l'ULSS di Vicenza, e che assiste circa 50 ragazzi residenti nell'hinterland cittadino;
- Nuoto Camp: sostegno all'attività ludico-motoria e didattica a favore dei ragazzi figli di famiglie che versano in stato di bisogno, promossa presso le Piscine Comunali di Vicenza dall'Associazione sportiva che le gestisce;

un'immagine dell'erigendo campus studentesco


- Campus Studentesco: analisi e studi per realizzazione di una struttura ricettiva per dare ospitalità agli studenti universitari frequentanti i corsi in città; 
- Iniziative Culturali e Manifestazioni: attività di valorizzazione dell'ente e della figura di Carlo Cordellina, istitutore dell'omonima Opera Pia, attraverso incontri musicali, rassegne espositive ed altre iniziative anche di assistenza scolastica.



2005 © Opera Pia Cordellina Vicenza
via Durando, 84 - 36100 Vicenza - Tel. 0444.927370
info@operapiacordellina.it